FAQ

Ovvero alcune delle domande più frequenti che mi hanno rivolto da quando ho iniziato ad esporre i miei lavori…   (clicca sui   “+”   a destra per leggere le risposte)

Raccontami un po' di te

Sono nato a Occhiobello (RO) il 21 marzo 1961, curiosamente il primo giorno di primavera, e attualmente vivo e lavoro a Ferrara come fotografo freelance.
Figlio d’arte, mia madre Carolina Marisa Occari  www.carolinamarisaoccari.it  è stata pittrice e incisore di levatura, ho convissuto con l’universo dell’arte sin dall’infanzia. Ho giocato per un po’ con i pennelli e le tele fino a quando nel 2000 sono approdato al mezzo ottico   (analogico prima e digitale poi).

Sono socio FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) e FIAP (Fédération Internationale de l’Art Photographique) dal 2009 . Socio e docente del FotoClub Ferrara di cui sono Vice Presidente dal 2015. Ho partecipato con successo a concorsi nazionali ed internazionali conseguendo numerosi premi ed ammissioni oltre alle onorificenze AFIAP (Artiste FIAP) nel 2014 ed EFIAP (Excellence FIAP) nel 2016.

Inizialmente attratto dalla fotografia di viaggio, mi dedico ora con entusiasmo ad un’esplorazione più introspettiva e concettuale in cui posso esprimere tutta la mia creatività. In particolar modo sul tema degli alberi, la mia grande passione.
Negli ultimi 12 anni ho esposto in varie personali e collettive sia in Italia che all’estero, alcune delle quali riportate in fondo alla pagina “CHI SONO”
Diverse mie foto sono state pubblicate su cataloghi e riviste del settore.

Sono da sempre appassionato di pallavolo, arte in tutte le sue forme e viaggi.

Amo la Natura nella quale mi piace potermi immergere ogni volta che posso.

Oltre a vendere le mie opere,  realizzo servizi fotografici, principalmente di interior design per hotels, case vacanze, ville, B&B (ma anche foto per eventi e ritratti) e do lezioni individuali di fotografia e post produzione.

Fotografi solo alberi?

Ovviamente NO. Anche se sono molto selettivo, ho un archivio fotografico davvero vasto ed eterogeneo. Se ti fa piacere puoi dare un’occhiata cliccando nel link qui sotto…

Ma é vero che gli alberi non li riconosci?

Al contrario di quello che pensano in tanti, assolutamente vero. Non sono un arboricoltore ma neanche un agronomo, un botanico o semplicemente uno studioso di alberi. Nonostante abbia aquistato recentemente un libro sugli alberi, spesso non sono in grado di riconoscerne le specie e varietà. E a volte questo succede anche con quelli che “abbraccio” e con cui passo tanto tempo! Per me non è fondamentale. Li amo e basta…

Perché dai dei titoli così semplici alle tue foto?

Non sono mai stato bravo a dare titoli a quello che creo o semplicemente alle foto che scatto ma nel caso degli alberi non l’ho neanche mai ritenuto veramente importante. All’inizio pensavo di chiamare i miei “abbracci” albero 1, albero 2 ecc. Poi sono passato a ulivo, platano, gelso bianco … senza altre specificazioni. Dalla prima mostra del 2017 ho capito che alle persone fa piacere sapere almeno dove si trova l’albero e ho iniziato quindi indicarlo nei titoli: Il faggio di Pani, Sophora_Savorgnano, Il melo di Pesariis

E' possibile avere stampe anche in altri formati?

Dopo tante prove, ho definito 3 misure per le mie riproduzioni: 45×60, 60×80 e 90×120 cm. Questo mi permette di poter gestire meglio l’archivio LUCA ZAMPINI in cui annoto tutte le vendite fatte, dato che appena viene acquistate la quinta e ultima copia della tiratura ritiro l’opera dalla vendita. Se sei interessato a misure diverse ma comunque superiori a 45×60 cm contattami e proverò a capire se posso accontentarti.

Puoi raccontarmi qualche storia sugli alberi che hai incontrato?

Certamente. Per ognuno ho un ricordo particolare che mi lega a lui. Dimmi quale ti interessa o incuriosisce e ti risponderò volentieri appena possibile.

Lavori su commissione?

Solitamente lo faccio per foto immobiliari di interior designer per hotels, ville, case vacanze e b&b ma riguardo agli alberi per ora ti direi… dipende. Parlami della tua idea e vediamo se è possibile!

Puoi consigliarmi come incorniciare l'opera che mi interessa?

Molto volentieri. Scrivimi e proverò a darti qualche suggerimento. Gratuitamente e senza alcun impegno da parte tua.

Perchè per il progetto " ...perché gli alberi non possono volare." hai fatto solo 8 foto e per "HUGS" molte di piu'?

Perché il primo é un’idea che ho sviluppato per sensibilizzare le persone sul problema ambientale e otto foto di grandi dimensioni in una stanza mi sembrava un numero sufficiente per renderla. “HUGS”/abbracci come ho scritto nella pagina I MIEI ALBERI é invece un progetto di vita, che va avanti con me finché avrò la possibilità di cercare nuovi alberi.

Mi racconti qualcosa in più sulle tue stampe?

Volentieri. Ho fatto prove per oltre un anno prima di definire quello che oggi mi sembra ottimale per i miei lavori:

1. stampe fineart su carta 100% cotone di elevata qualità e durata nel tempo Canson Infinity Rag 310 gr/m2, trattate poi con una speciale vernice protettiva.
Dimensioni 45×60 e 60×80 cm

2. stampe su tela certificata ( dimensioni 90×120 cm).
La foto viene stampata tramite tecnologie all’avanguardia su tele artistiche, di valore e certificate, con speciali colori HP Latex ® garantiti. Questo assicura colori brillanti e permette di riprodurre anche i minimi dettagli, donando una qualità all’immagine notevolmente migliore rispetto alle tele tradizionali.
I colori senza solventi rendono i prodotti fotografici adatti per bambini e persone con allergie. L’inchiostro risulta inoltre inodore. Le tele professionali sono completate con una rivestitura HP-certificata resistente ai raggi UV che fa brillare le foto con colori luminosi.
Le aste che compongono il telaio sono realizzate in legno di abete rosso d’alta qualità.  La montatura XXL con telaio da 4 CM garantisce una migliore stabilità e un look da galleria.  La struttura in legno della cornice lo rende facile da appendere.
La tela viene stesa sul telaio e fermata con delle clip nella parte posteriore. Questo significa che il contenuto dell’immagine viene tirato sui bordi in modo tale che l’immagine possa essere appesa anche senza cornice.  Ogni foto è prodotta con cura e attenzione ai dettagli. Se vuoi ulteriori dettagli o istruzioni per la manutenzione scrivimi pure.

Ma che tecnica usi? Come fai?

Questa è una domanda che mi fanno spesso, soprattutto i fotografi e fotoamatori. In realtà non uso effetti speciali e la risposta è già nella pagina I MIEI ALBERI. In sintesi potrei dire che utilizzo sovrapposizioni di diversi scatti, ovvero quelli che a me servono per produrre le idee che spiego nella pagina: mi avvicino a te, ti abbraccio, vorrei proteggerti ecc. Questo presuppone moltissimo tempo, pensare col cuore e meno alla tecnica. Quando l’immagine si forma nella mente inizio a scattare. Poi a casa impilando gli scatti uno sull’altro ottengo più o meno quell’immagine. Tutto il tempo lo dedico all’albero, non al PC. E se non ho abbastanza tempo rinuncio a scattare, così come pure faccio se quell’albero non mi trasmette emozioni superiori alla pura bellezza.

Come trovi i tuoi alberi?

Certe volte gli incontri avvengono per caso. Più spesso parto da delle ricerche fatte nel web, sperando che fra noi scatti la “magia”.
Le mie fonti principali attualmente sono gli elenchi degli alberi monumentali d’Italia del Mipaaf (Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali), i gruppi Facebook Amanti degli alberi monumentali, Big Tree Seekers , amici degli alberi  e ascuoladaglialberi.net ma faccio comunque anche tante ricerche su Google e Instagram. Ho poi tantissimi amici che dopo essere stati ad una mia mostra mi mandano foto di alberi per whatsapp chiedendomi se potrebbero “ispirarmi”. Questo tipo di contagio positivo con loro lo trovo decisamente fantastico! La ricerca parte quindi principalmente da alberi monumentali  anche se  poi magari l’amore nasce per un altro lì vicino, non particolarmente vecchio o importante per portamento, storia o locazione (quelli che io chiamo affettuosamente i trovatelli).

Esiste una mappa dei tuoi incontri?

Premesso che ho tantissimi alberi sia in Italia che e all’estero che non vedo l’ora di raggiungere per scoprire se fra di noi scatta qualcosa, qui sotto ho provato a mappare quelli per i quali ho provato qualcosa di sconvolgente, da cui sono nati poi degli “abbracci“, visibili ora in Galleria…  VAI ALLA MAPPA

Alcune dediche raccolte dai miei quaderni delle firme...

Leggile se ti fa piacere cliccando sul link qui sotto:

DEDICHE “HUGS” abbracci
DEDICHE “PERCHE’ GLI ALBERI NON POSSONO VOLARE”

error: Content is protected !!